Ritmo travolgente , musica scatenante e sensualità sono gli ingredienti base per questo tipo di danza.

Sono balli nati e sviluppatesi nei paesi caraibici, ma hanno subito varie influenze tra le quali quelle africane, che hanno reso gli strumenti a percussione la peculiarità delle loro musiche.

La bachata misto di sensualità e dolcezza, è un ballo che nasce in repubblica domenicana negli anni 40 del secolo scorso.

Attualmente esistono due scuole di pensiero sull’interpretazione moderna di questo ballo: la prima, prettamente dominicana, prevede una danza più fedele alle origini, con pochissime figure e un movimento quasi sempre sul posto; la seconda, tipicamente europea, prevede una danza ricca di figure, spesso importate dalla salsa o dal merengue, inserendo anche le figure della beguine, che rende il ballo molto coreografico e più fruibile dal punto di vista commerciale.

Con il termine salsa vengono denominati vari ritmi, in gran parte caraibici, popolari in molte nazioni latinoamericane. Non è chiaro chi e perché abbia dato questo nome a tale genere musicale, ma esso risulta in ogni caso appropriato, in quanto si riferisce, per l’appunto, alla “mescolanza” di ritmi e sonorità musicali.

La salsa incorpora vari stili e varianti; il termine può essere utilizzato per descrivere quasi tutti i generi musicali di derivazione cubana più popolari (come soncha cha cha e mambo).

Il merengue, ballo dai ritmi scatenati, è l’emblema della repubblica domenicana. È quello più semplice da apprendere, data l’essenzialità dei suoi passi e del rapporto facilitato paso- ritmo.